UOVA:

Le uova di gallina si possono utilizzare in tanti modi diversi. La scelta migliore sono le uova di galline felici allevate all’aperto che razzolano liberamente in cerca di vermi. Se non acquistate le uova al mercato, direttamente dai produttori, date la preferenza alle uova da agricoltura biologica o da allevamenti a terra. L’uovo è fresco se, mettendolo in un pentolino d’acqua, si adagia sul fondo. Le uova più vecchie tendono a galleggiare nell’acqua. Prima le uova avevano una cattiva fama a causa dell’alto livello di colesterolo. Oggi sappiamo che la maggior parte del colesterolo viene prodotta in modo endogeno e che solo il 20% può essere assimilato attraverso l’alimentazione. Le uova contengono vitamine A e D liposolubili, vitamine del gruppo B e sono una fonte estremamente ricca di colina, un composto organico importante di cui molte persone sono carenti. La colina svolge molte funzioni ed è particolarmente importante per la sintesi del neurotrasmettitore acetilcolina, che è coinvolto nella funzione della memoria, regola la frequenza cardiaca e la funzione muscolare. In particolare, le donne in gravidanza dovrebbero assicurarsi di avere un sufficiente apporto di colina in quanto importante per lo sviluppo del cervello del feto.

Pranzo: SHAKSHUKA CON LATTUGA

Per 1 persona

Ingredienti:

  • Un pizzico di semi di cumino
  • ½ cipolla grande affettata
  • ½ peperone verde tagliato a strisce
  • ½ peperone giallo tagliato a strisce
  • ½ foglia d’alloro
  • 1 rametto di timo fresco o un pizzico di timo essiccato
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato
  • 2 cucchiai di coriandolo tritato (anche senza)
  • 2 pomodori maturi di media grandezza tagliati a cubetti
  • un pizzico di zafferano (anche senza)
  • 2 uova
  • 50 ml di acqua
  • sale e pepe
  • pepe di Cayenna
  • 2 cucchiai di fagioli cannellini, anche in scatola
  • insalata lattughino

Preparazione:

Tostate a secco i semi di cumino per 2 minuti in una pentola di ghisa o antiaderente. Aggiungete l’olio d’oliva per soffriggere le cipolle e poi subito peperoni, foglia di alloro, timo, prezzemolo e 1 cucchiaino di coriandolo tritato. Cuocete a fuoco alto per far dorare i peperoni. Mescolate di continuo. Aggiungete i pomodori, lo zafferano, il sale, il pepe e il pepe di Cayenna a piacere. Cuocete per 10-15 minuti aggiungendo sempre acqua in quanto le verdure devono avere la consistenza di una salsa. Potete aggiungere aromi, se necessario. Il sapore deve essere forte e pronunciato. Mettete la salsa in una padella e fate sobbollire. Rompete due uova sulla salsa. Salate, coprite la padella e cuocete a fuoco minimo per 10-12 minuti fino a quando le uova non sono cotte. Cospargete di coriandolo. La shakshuka si mangia col pane, ma senza esagerare. Una fetta di pane integrale, ad esempio con lievito madre, può bastare. Accompagnate con una scodella di insalata lattughino con fagioli, condita con olio EVO e aceto di mele fatto in casa.

Cena: ZUPPA CREMOSA D’ORTICA (O SPINACI)

Per 1 persona

Ingredienti:

  • 125 g di ortica o spinaci (la raccolta dell’ortica deve essere molto attenta: si raccolgono solo le prime 4 foglie a partire dalla punta delle ortiche novelle).
  • 1 fetta di salmone affumicato, ca. 15 g
  • ¼ di cipolla tritata
  • 1 cucchiaino di burro
  • ¼ l di brodo di pollo o di manzo oppure di acqua
  • 2 cucchiai di panna, anche panna vegetale
  • sale e pepe a piacere
  • noce moscata a piacere
  • 1 uovo sodo

Preparazione:

Lavate e sbollentate le ortiche o gli spinaci, poi scolate e tagliate grossolanamente. Mettete burro e cipolla in una pentola fredda, poi mettete la pentola sul fuoco. Cuocete mescolando per far appassire la cipolla. Aggiungete l’ortica, il brodo caldo e un cucchiaio di chicchi di miglio. Coprite e fate bollire leggermente per 10 minuti. Aggiungete la panna e mescolate. Salate, pepate e aromatizzate con la noce moscata. Mettete la zuppa in un piatto e aggiungete l’uovo tagliato a rondelle e il salmone a strisce.