Il gonfiore o meteorismo è una maggiore quantità di aria nel sistema digerente, il che è un problema comune e per nulla piacevole. Se subito dopo i pasti si avverte un peso allo stomaco, dolori addominali, pressione intestinale e a volte anche pressione verso la cassa toracica o crampi allo stomaco, si tratta molto probabilmente di un fenomeno chiamato meteorismo.

Il meteorismo è descritto spesso come una sensazione di eccessivo riempimento e gonfiore dello stomaco. A volte è accompagnato da flatulenza e diarrea, si possono verificare anche dei dolori addominali e lombari.

Come la maggior parte dei problemi digestivi funzionali, anche il meteorismo è solitamente dovuto allo stile di vita moderno e veloce e all’alimentazione. Le cause più frequenti del fenomeno sono:

  • mancanza di tempo
  • eccessivo consumo di fast food
  • regime alimentare scorretto
  • mangiare troppo in fretta o masticare in modo insufficiente
  • stitichezza funzionale

Nella maggior parte dei casi il meteorismo può essere eliminato modificando le abitudini alimentari e lo stile di vita. È importante imparare a respirare correttamente e masticare bene. Molti assumono farmaci contro il meteorismo che però apportano solo un sollievo temporaneo in quanto non eliminano la causa, bensì le conseguenze.

Come prevenire il meteorismo?

La buona notizia è che nella maggior parte dei casi è possibile prevenire il meteorismo se la sua causa non è una malattia che richiede un trattamento. Questo significa che negli stati funzionali la prevenzione è orientata soprattutto a modificare le abitudini alimentari e lo stile di vita. In particolare è importante stabilire una digestione regolare, cioè regolarizzare il ritmo della defecazione. Bisogna introdurre nell’alimentazione cibi ricchi di fibre. Poiché questo può portare inizialmente a un peggioramento dei sintomi, bisogna introdurre questi cibi in modo graduale. Alcuni esperti ritengono che anche combinare gli alimenti sia un ottimo modo per evitare il meteorismo. Ciò significa che con la carne non si devono mangiare patate, riso o pasta, bensì solo verdura. Se però il pasto è a base di carboidrati non bisogna mangiare carne con questi ma solo verdura.

Primo soccorso – piante che possono prevenire il meteorismo

Alcune piante e spezie sono ricche di oli essenziali che leniscono l’apparato digerente e si possono usare come risorse contro il meteorismo. Si chiamano erbe carminative, agiscono in modo da stimolare la secrezione degli enzimi necessari per una digestione più efficiente del cibo. Più il cibo viene digerito, meno “sostanze” rimangono per i batteri intestinali che producono gas. Queste piante sono principalmente: l’anice, il cumino, l’aneto, il basilico, lo zenzero, la menta e la cannella. Si raccomanda di consumarle dopo i pasti.

Altre piante per la prevenzione del meteorismo vanno invece consumate prima dei pasti. Si tratta di piante ricche di sostanze amare, come il tarassaco, il carciofo e l’assenzio.

In breve, il meteorismo è un fenomeno frequente che può essere però evitato con piccole modifiche nella dieta e nelle abitudini.

Semplici consigli per evitare il meteorismo

  • regolarizzare la digestione,
  • introdurre gradualmente nella dieta cibi ricchi di fibre o consumarli in piccole quantità più volte al giorno,
  • evitare le bevande gassate,
  • mangiare e bere lentamente e masticare bene il cibo,
  • mangiare più volte al giorno in piccole quantità,
  • parlare meno durante i pasti,
  • fare una breve passeggiata dopo i pasti (se possibile).

Se i cambiamenti delle abitudini alimentari e dello stile di vita non ci aiutano, le cause del meteorismo possono essere la mancanza di enzimi per la digestione del lattosio e del fruttosio o disturbi del fegato e della cistifellea. Il meteorismo può essere dovuto anche all’assunzione di alcuni farmaci. Se si nota che non vi è alcun rimedio utile, e se il meteorismo è accompagnato da altri sintomi, bisogna consultare un medico per accertare la vera causa del meteorismo.