Una digestione sana è importante per una vita sana. Ippocrate già molto tempo fa diceva: “Tutte le malattie iniziano nell’intestino”. Con la digestione e i processi digestivi il corpo acquisisce l’energia e le sostanze nutrienti di cui ha bisogno per il normale funzionamento. Dopo il pasto il cibo ha bisogno da sei a otto ore per passare attraverso lo stomaco e l’intestino tenue. Poi entra nell’intestino crasso in cui avviene l’ultima fase della digestione. Attraverso l’intestino crasso il corpo elimina i materiali di scarto e i resti di cibo non digerito. Per questo è molto importante provvedere a una digestione regolare.

Molte persone si lamentano spesso di diversi problemi. Tutti soffrono per qualcosa, assumono medicinali o integratori alimentari, si sentono male e sono insoddisfatti, spesso attribuiscono tali fastidi al cattivo tempo, allo stress o alla stanchezza. C’è sicuramente del vero in questo anche se, nella ricerca delle cause, si dimentica spesso la digestione. Una digestione cattiva e lenta, nonché la stitichezza, sono problemi che oggi accomunano la maggior parte delle persone. Una digestione cattiva causa molto spesso una ritenzione inutile di sostanze nocive nel corpo, riduce l’efficacia del sistema di difesa e mette in pericolo la salute. Ha anche un grande impatto sulla qualità della vita.

L’intestino è un meccanismo molto complesso cui non si addice il modo di vivere di oggi. Tutte le sostanze nocive a cui siamo esposti con il cibo, le bevande, i farmaci e l’ambiente, influiscono in modo negativo sulla salute e il funzionamento del nostro sistema digerente. Spesso sentiamo dire che la stitichezza è una malattia della civiltà, tuttavia la stitichezza non è una malattia, bensì un sintomo, allo stesso modo della febbre. Le cause della stitichezza possono variare, per alleviare i problemi cronici e rafforzare il corpo dobbiamo stimolare ogni giorno l’intestino a funzionare.

La stitichezza è oggi uno dei problemi gastrointestinali più comuni non solo negli adulti, bensì anche nei bambini e nelle donne in gravidanza. È essenziale riconoscere il problema in modo tempestivo e non ritardarne la risoluzione. Il medico prescrive il trattamento appropriato quando è chiaro se si tratta di una stitichezza organica o funzionale. Nella maggior parte dei casi, specialmente nella stitichezza funzionale, il primo passo del trattamento è il cambiamento nelle abitudini alimentari, seguito poi dall’uso di lassativi osmotici. Il trattamento della stitichezza deve essere graduale e bisogna affrontare il problema in modo attivo.