Il sistema digerente è costituito dal tratto digerente e dalla ghiandola digestiva. Il tratto digerente è in pratica un lungo tubo costituito da bocca, faringe, esofago, stomaco, intestino tenue e crasso. Ciascun organo ha un compito importante e tutti devono lavorare bene perché la digestione si possa svolgere in modo regolare. Il corpo attinge i nutrienti dal cibo che si muove attraverso il sistema digerente. Questi nutrienti e l’energia sono necessari per il normale funzionamento. Se una parte non funziona correttamente, si presentano dei problemi con la digestione lenta e irregolare. In breve, il sistema digerente è un insieme di organi che digeriscono e assorbono il cibo consumato.

Il ruolo dell’intestino tenue e crasso nel processo di digestione è in particolare:

  • l’assorbimento di sostanze nutrienti;
  • l’eliminazione di tossine e materiali di scarto;
  • la sintesi di alcune vitamine mediante i cosiddetti batteri buoni o probiotici.

L’ultimo stadio della digestione avviene nell’intestino crasso. Nell’intestino crasso viene soprattutto assorbita l’acqua e i microbi decompongono il cibo che gli esseri umani non riescono a digerire. La funzione dell’intestino crasso è la formazione, conservazione e secrezione delle feci. Queste sostanze vi rimangono da 12 a 24 ore. Sulla parete intestinale ci sono muscoli forti che, restringendosi, eliminano in modo controllato il contenuto intestinale.

Una cattiva cura dell’apparato digerente porta a una digestione lenta e irregolare, il che non va assolutamente bene.  Inoltre nell’intestino c’è una parte importante del nostro sistema di difesa in quanto l’intestino è il nostro sistema immunitario maggiore. È quindi giustificabile affermare che una sana digestione è la base per un corpo forte. Una buona cura per il sistema digerente è essenziale per la salute.

DIGESTIONE LENTA E IRREGOLARE – che cosa significa?

Oggi sempre più persone hanno problemi con una digestione lenta e irregolare e stitichezza. Ognuno ha il suo ritmo digestivo, tuttavia una defecazione difficile e irregolare, meno di una volta al giorno, accompagnata dalla sensazione di uno svuotamento incompleto dell’intestino e da meteorismo, può essere classificata nella maggior parte dei casi una digestione lenta. Anche se la mancanza di attività fisica, un apporto insufficiente di liquidi, alcune malattie metaboliche, lo stress, l’assunzione di alcuni farmaci o il trascurare l’evacuazione, contribuiscono in modo significativo a una defecazione irregolare, sembra che la sua causa principale sia dovuta a ciò che mangiamo, ovvero a quello che non mangiamo.

Una digestione lenta causa molto spesso una ritenzione inutile di sostanze nocive nel corpo, riduce l’efficacia del sistema di difesa e mette in pericolo la salute. La stitichezza e una digestione lenta, ovvero irregolare, possono ridurre in modo sostanziale la qualità della vita e persino portare a una minore efficacia sul lavoro, a depressione e ansia. Questo problema diffuso ha un forte impatto sulla salute e sulla qualità della vita.

Il nostro intestino è un meccanismo molto complesso cui non si addice il modo di vivere di oggi. Tutte le sostanze nocive a cui siamo esposti con il cibo, le bevande, i farmaci e l’ambiente, influiscono in modo negativo sulla salute e il funzionamento del nostro sistema digerente. Per alleviare i problemi cronici e rafforzare il corpo dobbiamo stimolare ogni giorno l’intestino a funzionare e a liberarci così delle sostanze nocive accumulate.